http://www.laragionedelrestauro.org/administrator/index.php# La Ragione del Restauro
Venerdì, 29 Ago 2014
Multimedia
Login
Iscriviti alla nostra Newletter per essere sempre informato sulla nostra attività
Privacy e Termini di Utilizzo

Cari Colleghi,

prendiamo atto con grande amarezza che dopo oltre 18 mesi di attesa le linee guida applicative dell’art.182 del codice dei beni culturali e del paesaggio non sono state ancora pubblicate in Gazzetta Ufficiale,e dunque l’ormai ultradecennale processo di qualifica è per l’ennesima volta bloccato da intollerabili iter amministrativi.

 A fronte di continue dichiarazioni pubbliche che individuano nella cultura e nei professionisti della cultura una grande risorsa per il Paese nulla viene fatto di tangibile e concreto, abbandonando a se stesso un intero comparto già duramente provato dalla difficile congiuntura economica.

Constatiamo l’incapacità del Mibact a dar corso al processo di qualifica degli operatori e denunciamo fermamente l’inadeguatezza (fallimento?) delle politiche Ministeriali per il settore culturale in generale, e del settore restauro in particolare.

Ricorderete - che alla vigilia dell’appuntamento elettorale europeo- era stata annunciata con grande enfasi la firma delle linee guida da parte del Ministro Franceschini, salvo specificare che il documento sarebbe ritornato ai competenti uffici ministeriali per “ le opportune modifiche”.

Buonsenso vorrebbe che la firma del Ministro sia posta a sigillodi un documento esaustivo e completo e che “le necessarie modifiche”siano apposte prima e non successivamente alla firma stessa. A quanto pare così non è; a quanto pare quasi due anni di lavoro della commissione incaricata di redigere le linee guida non sono stati sufficienti,e al momento tutto è inspiegabilmente arenato all’ ufficio legislativo e/o bilancio del Ministero. Gravissima appare quindi la totale mancanza di comunicazioni ufficiali sullo stato di avanzamento della procedurae sui motivi che ne ostacolano l’attuazione; ennesimo segno di disinteresse verso migliaia di persone che da anni aspettano la fine di questa dolorosa via crucis.

Da tempo, in via informale, siamo in possesso di una copia delle linee guida che parrebbero essere il testo firmato dal Ministro, ma preferiamo aspettare l'ufficialità prima di renderlo di pubblico dominio. Questo per coerenza con quanto abbiamo sempre fatto: parliamo solo e sempre di cose concrete con documenti ufficiali alla mano.

Non appena ci saranno le condizioni sopra esposte presenteremo un’ analisi puntuale tramite il nostro avvocato Celli, in modo da evitare fraintendimenti e fornire la corretta interpretazione della normativa.

Se la situazione non si sbloccherà a breve - comunque ormai fuori tempo massimo visto che l’intero processo di qualifica avrebbe dovuto concludersi entro il 31 dicembre 2015- provvederemo a dar corso alla diffida ufficiale già presentata dalla Nostra Associazione entro i termini previsti, mettendo Ministro e Ministero davanti alle loro responsabilità secondo quanto previsto dalle leggi vigenti.

Auguriamo a tutti i soci ed a tutti colleghi, nonostante tutto, buone vacanze, fiduciosi che ancora una volta la nostra tenacia porterà i frutti sperati.

Il presidente

Andrea Cipriani

Ultimo aggiornamento (Domenica 03 Agosto 2014 09:43)

 

Si terrà a Pisa il 30 giugno 2014, ore 15:00, presso la Gipsoteca di Arte Antica (Piazza San Paolo all’Orto n.20) il dibattito pubblico “Beni culturali e volontariato: quale rapporto?” promosso dal Coordinamento cittadini attivi e professionisti – per i Beni Culturali.

Al fine di arginare il degrado del patrimonio storico-artistico pisano, il 3 febbraio scorso Prefettura, Comune, Soprintendenza, con l’adesione di Università e altre istituzioni, hanno firmato un'intesa per la creazione di una “Sezione specializzata di volontari per il pronto intervento” affidata agli Amici dei Musei e Monumenti Pisani, “finalizzata alla minuta manutenzione dei siti e delle opere architettoniche”.

Tale intesa, seppure di buone intenzioni, viola le norme nazionali e le indicazioni regionali che regolano il volontariato nei beni culturali.

Il Coordinamento di cittadini attivi e di professionisti - per i Beni Culturali si è subito attivato chiedendo il ritiro dell'intesa e l'apertura di un dibattito pubblico sullo stato dei beni culturali pisani. Gli assessori comunali Danti (Cultura) e Serfogli (Patrimonio) hanno ribadito la necessità del rispetto delle leggi, senza tuttavia ritirare la loro firma dall’intesa.

È quindi divenuto urgente un dibattito pubblico, che si terrà a Pisa il 30 giugno 2014, al quale sono stati invitati i firmatari dell’intesa, tutte le associazioni e i cittadini.

Saranno presenti Sara Nocentini (Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Toscana) e Dario Danti (Assessore alla Cultura del Comune di Pisa).

Lo scopo è quello di discutere i modi in cui la cittadinanza attiva può intervenire nella conservazione e valorizzazione dei beni culturali, nel rispetto delle leggi, dei saperi e delle competenze.

La partecipazione è aperta a tutti.


Coordinamento dei Cittadini attivi e delle associazioni di professionisti - per i Beni Culturali

Associazione Amici della Biblioteca Universitaria di Pisa
Associazione culturale Artiglio
Associazione Guide Turistiche Pisa

Associazione La Ragione del Restauro

Associazione Nazionale Archeologi
Coordinamento degli studenti dei Beni Culturali dell'Università di Pisa
Giovani bibliotecari e aspiranti
Progetto Rebeldia
Sinistra Per
Storici dell'Arte in Movimento
Teatro Rossi Aperto
Una città in comune
Marco Collareta, Antonella Gioli e Cinzia Maria Sicca (storici dell’arte, docenti del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere)
Vanessa Martini (dottoranda dell’Università di Pisa)
Emanuela Grifoni (USB – Unione Sindacale di Base)
Studenti e studentesse SAVS
Claudia Marchese (assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere)
Sonia Giannella (insegnante di Storia dell'arte).



Parteciperanno:
Sara Nocentini - Assessore alla Cultura, Regione Toscana
Dario Danti - Assessore alla Cultura, Comune di Pisa
Maria Antonella Galanti - Prorettore per i rapporti con il territorio, Università di Pisa

Interverranno per il Coordinamento:
Lorenzo Carletti (Associazione culturale Artiglio)
Daniela Lippi (Associazione La Ragione del Restauro)

Modererà il dibattito:
Marcella Giorgio (Associazione Nazionale Archeologi)

Ultimo aggiornamento (Lunedì 30 Giugno 2014 07:55)

 

In occasione della

XXI edizione del Salone dell’arte e del restauro di Ferrara

L’Associazione La Ragione del Restauro promuove e organizza due appuntamenti di incontro e confronto sia interno alla categoria del restauro sia con altri professionisti dei beni culturali.

Sabato 29 Marzo, ore 10 Sala Hermitage

In collaborazione con A.N.A. - Associazione Nazionale Archeologi e M.A.B. - Musei Archivi Biblioteche

I professionisti dei beni culturali: nuovi protagonisti

delle politiche culturali del Paese

In una fase in cui il patrimonio culturale italiano comincia ad assumere sui media e nel dibattito politico il ruolo che merita e in cui si fanno strada nuove proposte di gestione integrata dei beni culturali, appare opportuno promuovere un confronto tra le associazioni dei professionisti del settore. La recente normativa in materia di professioni non organizzate (L. 4/2013 e Dlgs. 13/2013) e l'approvazione alla Camera dei Deputati della proposta di legge per il riconoscimento dei professionisti, attualmente in discussione al Senato (s. 1249), aprono nuove prospettive per gli operatori del settore e per le associazioni che li rappresentano. La capacità dei soggetti associativi di misurarsi con i nuovi scenari e di proporre soluzioni condivise sarà decisiva per il rilancio del patrimonio culturale e per rendere gli specialisti finalmente protagonisti nella definizione delle politiche culturali del Paese.

Sabato 29 Marzo,ore 14.00,sala castello,primo piano, atrio

Restauratore qualificato, lavoro assicurato?

La realtà degli operatori del restauro tra nuove linee guida applicative dell'art 182, codice degli appalti e crisi economica.


Le necessarie iniziative a salvaguardia della professionalità, del lavoro e dell'esistenza stessa delle piccole e medie imprese specialistiche. Dibattito aperto e confronto con gli operatori sulle scottanti tematiche della nostra professione.

In allegato, all’indirizzo www.laragionedelrestauro.org o sulla pagina fb dell’associazione le brochures dei due appuntamenti con relatori e programmi dettagliati dei due appuntamenti.

Ricordiamo che previa comunicazione dei nominativi all’indirizzo info@laragionedelrestauro.org è prevista per i soci la possibilità di usufruire dell’ingresso omaggio presso il Salone per la giornata di sabato 29 Maggio.

Le novità del mese
Abbiamo rinnovato la convenzione con la Ditta AN.T.A.RES S.r.l. che riguarda gli incontri tecnici organizzati per l'anno in corso. E' previsto lo sconto del 10% per i soci· ad esibizione della tessera A.R.R. 2014 (non cumulabile con lo sconto del 5% applicato per l'acquisto dei prodotti).  Programma incontri tecnici 2014 e modulo di prenotazione

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Marzo 2014 09:05)

 

libertpartecipazione

Ultimo aggiornamento (Lunedì 16 Dicembre 2013 16:50)

 
Convenzioni
Chi c'è on-line
 5 visitatori online

Friends Online

Powered by EvNix