http://www.laragionedelrestauro.org/administrator/index.php# La Ragione del Restauro
Domenica, 26 Apr 2015
Multimedia
Login
Iscriviti alla nostra Newletter per essere sempre informato sulla nostra attività
Privacy e Termini di Utilizzo

Cari colleghi,

come ricorderete, il 9 febbraio scorso, su incarico dell'ARR, l'Avv. Celli ha diffidato il MIBACT a dare attuazione alla disciplina transitoria per l'acquisizione della qualifica di restauratore, con riserva di attivarsi nelle sedi più opportune in caso di ulteriore ritardo.

Il MIBACT ha risposto in data 3 aprile con nota del Direttore Generale della nuova Direzione Generale Educazione e Ricerca che troverete in allegato.

In tale nota si fornisce una giustificazione del ritardo (causato dalla riorganizzazione degli apparati amministrativi centrali e periferici del Ministero che si sarebbe conclusa ai primi del mese di marzo 2015) e si comunica che "la procedura per l'acquisizione della qualifica di restauratore di beni culturali sta riprendendo il suo iter".

Si afferma inoltre che "la selezione pubblica verrà conclusa entro il termine stabilito dalla legge, salvo ulteriori cause di forza maggiore".

Vista la risposta del MIBACT, sorge spontanea qualche osservazione:

1) considerato il tempo che il Ministero sta impiegando per concludere la selezione per collaboratore, che dovrebbe essere di gran lunga più semplice, dubitiamo che sia possibile concludere la selezione per restauratore entro la data prevista del 30 giugno 2015.

2) quand'anche riuscissero ad istituire l'elenco entro detta data, nutriamo forti perplessità in merito ad una ponderata valutazione delle posizioni dei richiedenti il titolo e delle migliaia e migliaia di documenti che arriveranno a seguito della riapertura del bando, visto che ad oggi mancano solo tre mesi alla data suddetta.

3) nel caso poi che ad un richiedente venisse negata la qualifica, il ministero dovrà inviare all'interessato un avviso in cui siano indicati i motivi ostativi all'accoglimento (vedi linee guida), a fronte del quale sarà possibile presentare osservazioni entro i successivi 20 gg., e ciò allungherà ulteriormente i tempi   

4) non dimentichiamo, infine, che i nuovi restauratori con titolo equiparato a laurea magistrale stanno per essere immessi sul mercato e pretenderanno l'iscrizione nell'elenco. Crediamo che dal punto di vista professionale e delle opportunità lavorative, non sarà esattamente la stessa cosa essere iscritti o meno nell'elenco.

Per tutti questi motivi, pur cercando di comprendere le ragioni addotte dal Mibact a giustificazione del ritardo,

continuiamo a ritenere che sarebbe stato doveroso informarne per tempo tutti gli interessati; quella in allegato è infatti l'unica comunicazione ufficiale sul merito, giunta solo e soltanto a seguito di una diffida e di eventuali future azioni legali.

In questi anni qualsiasi evento, accadimento, perturbazione metereologica è stata sempre più importante e prioritaria rispetto al riconoscimento degli operatori ed alla loro qualifica. Comprendiamo ma non possiamo giustificare oltre: pretenderemo in ogni sede il rispetto dei tempi e dei modi di valutazione opportuni così come previsto dalla norma di legge.

Consigliamo a tutti di preparare con cura la documentazione da allegare alla domanda,e chi ne avesse bisogno può chiedere una consulenza al nostro legale di fiducia (i soci ARR avranno un trattamento più vantaggioso) attraverso il seguente link http://www.studiolegalecelli.com/settori-di-attività/beni-culturali/consulenza-art-182/

Auguriamo una buona Pasqua a tutti

il presidente

Andrea Cipriani

Ultimo aggiornamento (Sabato 04 Aprile 2015 08:10)

 

Cari colleghi,

segnaliamo una bella iniziativa della sede campana ARR, cui invitiamo tutti quelli che possono a partecipare.

Bell’esempio di collaborazione tra associazioni, enti, ed impegno sul territorio, sarà l’occasione per dare un senso compiuto ad idee ed iniziative per la tutela e la valorizzazione del Patrimonio attraverso un associazionismo consapevole e maturo.

I temi dell’archeologia e del restauro, l’importanza delle diverse figure professionali saranno dunque ospitate nella bella chiesa napoletana di San Aniello a Caponapoli dalle ore 19.

Vi aspettiamo.

 

Il presidente

Andrea Cipriani

 

image

Ultimo aggiornamento (Domenica 22 Febbraio 2015 20:29)

 

Cari Colleghi,

così come preannunciato, la nostra Associazione - in data 9 Febbraio 2015 - ha notificato una diffida ufficiale al Ministero, chiedendo di dare immediata pubblicazione al bando di selezione pubblica per la qualifica di restauratore di beni culturali.

Come noto l’intera procedura dovrà necessariamente concludersi entro il 30 Giugno 2015; ulteriori ritardi fanno presagire l’ennesimo sforamento dei termini previsti dalla normativa vigente, con inevitabili ricadute negative per tutti coloro che ormai da oltre un decennio aspettano di vedersi riconosciuta l’attività professionale sin qui legittimamente svolta.

Considerato quanto sopra, il consiglio direttivo ARR ha ritenuto doveroso inviare la diffida che troverete di seguito, prospettando la possibilità di un azione legale risarcitoria nei confronti del Ministero stesso.

Ribadiamo inoltre con rammarico la totale mancanza di comunicazioni ufficiali da parte del MIBACT in merito alle procedure e allo stato di avanzamento dell’ intero iter, e riteniamo che tale lacuna denoti una grave mancanza di attenzione verso le migliaia di persone in attesa, aggravando lo stato di incertezza cui ormai dovremmo essere abituati ma che rifiutiamo di accettare con rassegnazione.

Sicuri dunque di agire nell’interesse dell’intera categoria, ci riserviamo ogni ulteriore iniziativa che possa esser funzionale alla salvaguardia della dignità professionale degli operatori,  continuando - al contempo - ad auspicare e praticare in ogni modo possibile una fattiva collaborazione con le istituzioni preposte.

Il presidente

Andrea Cipriani


Atto di diffida del 9 febbraio 2015

 

 

Perseverando nel convincimento che sia sempre più utile e necessario interfacciarsi e collaborare tra le diverse associazioni di professionisti del settore dei beni culturali, con piacere segnaliamo l’incontro pubblico organizzato da ANA ed ARR Campania, in cui sarà possibile incontrare i rappresentanti delle due associazioni.

Invito caldamente tutti coloro che hanno a cuore la nostra professione e i beni culturali a presenziare a questa bella iniziativa per conoscere i progetti, le tematiche e gli obbiettivi che caratterizzeranno le prossime iniziative a livello territoriale.

Un sentito ringraziamento e un in bocca al lupo a tutti coloro che con il loro impegno personale rendono sempre più viva e diffusa la nostra Associazione.

Il presidente

Andrea Cipriani

18febbraio2015

Ultimo aggiornamento (Domenica 08 Febbraio 2015 21:13)

 

Cari colleghi,

è iniziato il nuovo anno e come purtroppo consuetudine, non ci sono ad oggi comunicazioni ufficiali da parte del MibacT in merito allo stato di avanzamento della procedura di selezione pubblica, che dovrà portare entro il 30 Giugno 2015 al riconoscimento delle qualifiche di collaboratore e restauratore di beni culturali.

Già in occasione dell’audizione al Ministero, prima che fossero emanate le linee guida applicative, abbiamo caldamente sollecitato trasparenza e aggiornamento costante su passaggi temporali e procedure in modo da tenere informati gli interessati, se non altro come doverosa forma di rispetto nei confronti delle migliaia di persone che da anni sono sottoposte a stress emotivo e professionale.

Considerato che a nostro giudizio quanto sopra sarebbe solo un atto dovuto e che riteniamo superficiale e irrispettosa questa lacuna, inoltreremo richiesta ufficiale a tutti gli organi competenti affinché si ponga rimedio a questa  mancanza.

Nello specifico chiediamo che sia reso di pubblico dominio:

-          La scaletta temporale delle varie fasi della procedura in modo da esser vigili e partecipi sul rispetto della stessa (tempi,modi,dati e quant’altro occorra per chierirci le idee e renderci pronti ai passi successivi)

-          Quale procedura si stia attuando per l’esame delle documentazioni inviate per collaboratore e quale si prevede di attuare per quella di restauratore (se esistono per esempio commissioni periferiche incaricate della valutazione, con quali criteri siano state formate, quali direttive interne siano state emanate al riguardo, quale formazione e linee di indirizzo saranno eseguite)

-          Modalità,tempi e commissioni incaricate di strutturare l’esame previsto come alternativa per conseguire il titolo di restauratore

Pur comprendendo il difficile momento del Ministero sottoposto a profonda riorganizzazione,

ed essendo consci che nessuna norma di legge obbliga - in questa fase - gli organi competenti a rispondere alle nostre richieste, riteniamo doveroso ribadirle e forse anche pretenderle.

E non ci sembra di chiedere troppo, vista la mole di dati sensibili che a noi sono stati richiesti per partecipare alla selezione pubblica, visto che nel database ministeriale sono presenti gli indirizzi mail di tutti noi e che dunque non è difficile raggiungerci capillarmente, visto che comunque c’è un sito del Ministero su cui scrivere note ufficiali, visto che finalmente potremmo pensare di remare tutti dalla stessa parte, senza essere costretti a vedere il Ministero come altro da noi, qualcosa da cui giocoforza doverci sempre e solo difendere.

In ultimo, sperando che non ce ne sia bisogno, predisporremo un format unico e chiederemo tutti gli interessati di inviarlo via mail agli indirizzi che forniremo, come estrema forma di sensibilizzazione.

Sia comunque chiaro, noi siamo e resteremo vigili.

L’ARR, non molla mai.

Il presidente

Andrea Cipriani

Ultimo aggiornamento (Lunedì 02 Febbraio 2015 07:30)

 
Convenzioni
Chi c'è on-line
 4 visitatori online

Friends Online

Powered by EvNix